Perchè la prepagata virtuale e-Postepay non esiste più

Che fine ha fatto la e-Postepay carta prepagata virtuale di Poste Italiane?
Da metà giugno 2018 questa prepagata non esiste più, i titolari dell carta potevano convertirla gratuitamente in una Postepay Standard all’ufficio postale. Oppure chiedere il rimborso del saldo disponibile.
Ma perchè Poste Italiane ha tolto dal mercato questa prepagata virtuale che si poteva utilizzare solo per i pagamenti online?
Perchè la e-Postepay era una prepagata al portatore dopo l’introduzione dell decreto legislativo 90/2017 (Direttiva Antiriciclaggio) che limita l’uso dei titoli al portatore, in pratica non si possono più richiedere carte prepagate, ma anche libretti postali al portatore, ma solo nominativi.

Nel mese di giugno 2011 le Poste Italiane hanno rilasciato la e-Postepay, la versione digitale della Postepay .
La carta e-Postepay è una carta prepagata virtuale, quindi senza supporto fisico, per intenderci non è come la Postepay di plastica e con microchip che si richiede presso l’ufficio postale.
e-Postepay si può utilizzarla solo per pagare gli acquisti online sui siti che accettano carte del circuito Mastercard. Il plafond è più basso di una normale carta prepagata e non è possibile prelevare i soldi caricati sulla carta. Altre banche emettono carte virtuali simili come Unicredit con Genius card Web, alla prepagata ING direct disponibile anche senza supporto e alla Vodafone smart Pass senza supporto fisico.

Dove si richiedeva e-Postepay.

e-Postepay si richiede dal sito internet Poste.it o Postepay.it, essendo una carta virtuale senza supporto fisico viene rilasciata subito. Per richiederla si deve compilare online il modulo di richiesta, e si deve essere registrati al sito Postepay.it, ed essere in possesso di una casella email su poste.it, dove si riceverà il numero della carta. Mentre tramite sms  inviato al numero di telefonino inserito in fase di richiesta della carta, si riceveranno la scadenza della carta e i codici di sicurezza CVC2, il codice di blocco e codice rimborso.
Per il rilascio della carta prepagata e-Postepay non si pagano commissioni, il plafond è di €1000, la durata della carta è di 2 anni, il limite di ricarica annuale è di €2500. Con la carta Postepay digitale si possono pagare gli acquisti online con gli esercenti convenzionati con il circuito Mastercard.

Come si ricaricava e-Postepay.

La carta si ricarica presso uffici Postali abilitati con Postamat, con carta Postepay o in contanti al costo di €1. Oppure da ATM Postamat con carta Postepay e carte del circuito Postamat al costo di €1. Da un conto BancoPosta o BancoPostaclic al costo di €1 se titolari del conto e con il servizio di colegamneto telematico BPOL attivato, da SIM Postemobile abilitata al costo di €1,presso ricevitorie Sisal al costo di €2.
In caso di furto o smarrimento dei codice della e-Postepay si deve richiedere il blocco telefonando dall’Italia al numero 800.90.21.22 e dall’estero al numero +39.02.34.98.01.31, tenere a portata di mano il codice di blocco, per il blocco della carta non ci sono costi. Per richiedere il rimborso il costo è di €1.

Cosa non si poteva fare con la carta Postpeay digitale:

Con la carta e-Postepay non è possibile prelevare il denaro caricato sulla carta, pagare gli acquisti nei negozi, si può utilizzare solo online. Inoltre con e-Postepay non è possibile ricaricare altre carte prepagata Postepay o ricariche telefoniche, pagare bollettini. Non è possibile ricaricarla online con altra carta Postepay.  Attenzione anche che se la carta non viene ricaricata entro 60 giorni dalla data di rilascio viene disattivata automaticamente. La carta e-Postepay può essere sostituita con una carta prepagata Postepay Newgift al costo di €5. Per questa operazione ci si deve recare presso l’ufficio postale. L’unico modo per prelevare il denaro caricato sulla carta è chiedere l’estinzione della carta, oppure trasformarla in una Postepay New Gift.

Come si usava la e-Postepay.

La e-Postepay si usa online come le normali carte prapagate con supporto fisico. Si ricarica con i metodi descritti in alto, poi si può usare solo online nei siti che accettano carte prepagate del circuito Mastercard. Si effettua l’ordine, e quando si deve pagare si sceglie come metodo di pagamento carta prepagata, il circuito Mastercard e si inserisce il numero della carta.
I lati negativi di questa carta sono i costi di ricarica, le ricariche si pagano anche se si tratta di una carta prepagata virtuale, il plafond basso.

La e-Postepay è anonima e si può collegare a Paypal

La carta virtuale e-Postepay è una carta anonima al portatore. Anonima nel senso che non è intestata e non è personificabile.
Si può usare tranquillamente per gli acquisti su internet come una normale carta prepagata. Quando si deve pagare l’acquisto si deve scegliere come metodo di pagamento carta di debito, debit card, Mastercard.
E possibile associarla anche al conto Paypal, quando si sceglie la carta da associare non si deve registrare la carta come Postepay Standard, ma come carta Mastercard, che è il circuito della carta virtuale.

e-Postepay cosa sono codici di rimborso.

I codici di rimborso servono appunto per chiedere l’estinzione della carta e il rimborso dei soldi caricati. Questi codici vengono inviati via sms al numero di cellulare inserito in fase di richiesta della e-Postepay.
Oltre a questi codici per ottenere il rimborso servono il numero della e-Postepay e documento di identità. La richiesta può essere fatta in qualsiasi ufficio postale .

Custodisci con cura i dati della e-Postepay.

Appena hai completato la richiesta dell ae-Postepay vengono rilasciati il numero della carta, che si chiama PAN. Mentre tramite sms si riceve il codice di sicurezza cvc2 che serve per autorizzare i pagamenti su internet, viene inviato al numero di cellulare inserito quando viene fatta la richiesta della e-Postepay. Sempre via sms vengono inviati la data di scadenza della e-Postepay, il codice di blocco che serve per bloccare la carta e il codice di rimborso. Conserva con cura questi dati, che ti servono per la gestione della carta. Questa prepagata ha una validità di due anni, un plafond di €999, e non ci sono costi per la richiesta.